info
info
  • Caroline AchaintreTrunkk P., 2018, glazed ceramic; photo Giorgio Benni, Courtesy Arcade London & Brussels

Orari estivi 2020

 

Nel mese di luglio 2020 si potrà visitare la mostra personale di Caroline Achaintre, Permanente, dal mercoledì al sabato dalle 15.00 alle 19.30 e su appuntamento.

 

La Fondazione chiude per il mese di agosto ma riaprirà le porte agli inizi di settembre per poter ancora visitare la mostra di Achaintre fino al 10 ottobre 2020.

  • Esther KläsRoom 2, 2019 (dettaglio), 9 pezzi di alluminio, 4 disegni, foto Giorgio Benni; Courtesy SpazioA, Pistoia
  • Caroline AchaintreCruizer, 2019, lana trapuntata a mano; Courtesy Arcade Londra & Bruxelles and Art:Concept, Parigi

Riapertura 18 maggio 2020

 

Cari amici,

 

siamo molto contenti di annunciare la riapertura della Fondazione Giuliani, lunedì 18 maggio. La mostra personale di Esther Kläs, “Maybe it can be different”, sarà prolungata fino al 13 giugno 2020, in modo da consentire ai visitatori che non l’hanno ancora vista di godere di questa opportunità.

 

Ovviamente, la salute dei nostri visitatori e del nostro team è nostra priorità assoluta e seguiremo le misure di social distancing e di igiene per la sicurezza e per la protezione di tutti. La Fondazione, inoltre, per poter prendere tutte le precauzioni necessarie, adotterà temporaneamente nuovi orari di apertura: dal giovedì al sabato dalle 15.00 alle19.30.

 

Se desiderate visitare la mostra al di fuori del normale orario di apertura, vi preghiamo di inviarci una email a info@fondazionegiuliani.org.

 

Inoltre, siamo felici di comunicare che dal 21 giugno 2020 presso la Fondazione, ci sarà “Permanente”, terza tappa del tour della mostra personale di Caroline Achaintre, organizzata in collaborazione con Belvedere Museum, Vienna, MO.CO. Montpellier Contemporain e CAPC Musée d’Art Contemporain, Bordeaux.

 

La mostra della Fondazione è realizzata grazie anche al sostegno della Fondazione Nuovi Mecenati.

 

Non vediamo l’ora di vedervi presto!

Fondazione Giuliani

 

Per motivi di salute e sicurezza, per accedere ai locali della Fondazione è necessario essere forniti di mascherina. Ci prenderemo cura personalmente di fornire il pubblico di guanti e di gel disinfettante.

Appello Comitato Fondazioni Arte Contemporanea

 

Condividiamo e sottoscriviamo l’appello presentato dal Comitato Fondazioni Arte Contemporanea al Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini:

 

Gentile Signor Ministro,

 

l’arte contemporanea è una delle espressioni della vitalità e della capacità prospettica della nostra società. È uno strumento in grado di immaginare e mettere a disposizione della collettività contenuti che rafforzano la dialettica culturale, la coesione sociale, la consapevolezza civica, una risorsa comune che genera anche valore economico. Intorno all’artista contemporaneo e alla sua creatività si espande una rete dinamica di competenze scientifiche, professionali, pedagogiche, un sistema virtuoso d’istituzioni pubbliche e private, musei, fondazioni, gallerie, spazi non profit che ogni giorno dedicano il massimo impegno all’arte come cultura e linfa vitale del nostro Paese.

 

Il Comitato Fondazioni Arte Contemporanea, attivo dal 2014, riflettendo sulle criticità che il sistema italiano dell’arte contemporanea sta affrontando e dovrà affrontare a seguito dell’emergenza sanitaria COVID-19, chiede di aprire un confronto sulle difficoltà che coinvolgono il settore. Ci permettiamo di evidenziare alle Autorità nazionali e locali che le nostre istituzioni da anni svolgono un decisivo ruolo di sussidiarietà nella produzione e diffusione dell’arte contemporanea, a fianco di enti pubblici nazionali e territoriali. Questo appello intende richiamare l’attenzione sulle linee principali del nostro impegno professionale, che desideriamo non interrompere:

 

1) la programmazione espositiva d’arte contemporanea aperta e accessibile a tutti i pubblici, il lavoro e la collaborazione con il mondo della scuola, dell’università, della scienza, della ricerca, dell’imprenditoria;

 

2) la valorizzazione di giovani talenti artistici e il sostegno alla produzione delle loro opere, con ricadute positive di natura culturale ed economica sul sistema paese; il contrasto del fenomeno di abbandono del nostro Paese da parte di giovani artisti, che cercano destinazioni più adeguate per perseguire le loro aspirazioni professionali;

 

3) la programmazione di corsi di formazione sull’arte contemporanea destinati a studenti, personale docente, specialisti, volti a diffondere la conoscenza di questa disciplina, incrementando e valorizzando nuove professionalità;

 

4) l’individuazione e l’implementazione di nuovi strumenti digitali idonei a favorire la conoscenza e l’accessibilità delle opere d’arte da parte di un pubblico più vasto rispetto a quello dei visitatori tradizionali. L’attuale emergenza ci spinge infatti a immaginare nuove modalità di comunicazione dell’arte contemporanea, delle collezioni, delle attività educative e formative, anche e soprattutto attraverso i media digitali e l’e-learning.

 

Se fino a questo momento storico le istituzioni private sono riuscite ad affrontare queste sfide quotidiane non soltanto con grande impegno, ma anche con proprie risorse, oggi il rischio è quello di interrompere in modo repentino e traumatico il nostro lavoro. Non poter più sostenere gli artisti contemporanei significa smettere di sostenere la crescita socioculturale, critica, estetica, economica del nostro Paese.

 

Auspichiamo con questo appello che l’arte contemporanea sia considerata un settore strategico all’interno della governance culturale italiana e sia pertanto inserita tra i destinatari delle agevolazioni, dei sostegni e dei contributi oggetto della legislazione speciale in via di emanazione. In particolare, concordiamo con le proposte che sollecitano l’attivazione di specifiche misure di sostegno alla liquidità per le Imprese Culturali, indipendentemente dalla loro forma giuridica, l’estensione dell’Art Bonus e di misure di detraibilità quali forme di sostegno ai consumi culturali.

 

La crisi sta mettendo a rischio il futuro delle nostre istituzioni con gravissime implicazioni a discapito degli artisti, dei professionisti, dei pubblici e di tutti coloro che considerano la cultura uno degli elementi vitali per la ripresa del nostro Paese.

 

27 aprile 2020

 

Comitato Fondazioni Arte Contemporanea

AVVISO 8 marzo 2020

 

A seguito del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri datato 8 marzo 2020, siamo spiacenti di comunicare che Fondazione Giuliani rimarrà temporaneamente chiusa al pubblico fino a nuovo disposizioni. Per rimanere aggiornati visitate il nostro sito e i nostri canali sociali.

 

Speriamo di rivedervi presto!

  • Esther Kläs

Prossimamente in Fondazione: Esther Kläs MAYBE IT CAN BE DIFFERENT

 

Fondazione Giuliani è lieta di annunciare la mostra Maybe It Can Be Different, dell’artista Esther Kläs

 

Inaugurazione giovedì 13 febbraio 2020

dalle 18:00 alle 21:00

 

dal 14 febbraio al 18 aprile 2020

CHIUSURA PER FESTIVITA’

 

Durante le festività la Fondazione Giuliani non seguirà gli orari di apertura consueti.

 

Dal 23 dicembre al 6 gennaio potrete visitarci su appuntamento mandando una mail a info@fondazionegiuliani.org.

 

Buone vacanze!

PROROGA MOSTRA – LIVING GRAINS di Ibrahim Mahama

 

Fondazione Giuliani è lieta di comunicarvi che la mostra LIVING GRAINS di Ibrahim Mahama sarà prorogata sino al 18 gennaio 2020.

  • Ibrahim Mahama, Parliament of Ghosts, 2014 - 20192-channel film, 7:30 min

Visita speciale alla mostra Living Grains di Ibrahim Mahama in occasione di Videocittà

 

In occasione di Videocittà, la rassegna culturale dedicata al cinema e all’audiovisivo con diversi eventi a Roma, verrà organizzata negli spazi della Fondazione Giuliani una visita guidata alla mostra LIVING GRAINS di Ibrahim Mahama.

 

La mostra include il 2-channel film Parliament of Ghosts (2014 – 2019) e il film in realtà virtuale Promises of hanging living men have no dead weight (2014 – 2019), che saranno oggetto di approfondimento durante la visita.

 

Mercoledì 27 novembre
ore 18:30
Fondazione Giuliani
Via Gustavo Bianchi 1, Roma

Prossimamente in Fondazione

ottobre > dicembre 2019

 

Fondazione Giuliani è lieta di presentare la mostra Living Grains, dell’artista Ibrahim Mahama.

da ottobre a dicembre 2019

Chiusura estiva

 
Vi informiamo che la Fondazione Giuliani resterà chiusa nel mese di agosto per le vacanze estive.

Torneremo a settembre con la preparazione della prossima mostra: la personale dell’artista ghanese Ibrahim Mahama, che inaugurerà ad ottobre! Maggiori dettagli in arrivo.

 

Buone vacanze!

Opening Francesco Vezzoli PARTY POLITICS

 

PARTY POLITICS

L’intrattenimento della politica, la politica dell’intrattenimento

 

Opening 15 Aprile dalle ore 18:00
dal 16 Aprile al 19 luglio 2019

 

Attraverso l’esplorazione del potere della cultura popolare contemporanea, Francesco Vezzoli continua a occuparsi dell’ambiguità fondamentale del vero, della seduzione del linguaggio e dell’estrema vulnerabilità dei personaggi umani. Utilizzando molteplici media, dal video e la performance, alla fotografia e il ricamo, Vezzoli crea opere ricche di riferimenti e citazioni che sfidano le distinzioni tra arte “alta” e cultura popolare.

 

Francesco Vezzoli ha raggiunto la fama con i suoi film con protagonisti icone pop e celebrità mentre la sua produzione più recente riflette sull’iconografia del passato italiano, così come nella mostra alla Fondazione Giuliani, Party Politics, dove analizza i rapporti tra politica, spettacolo e arte visiva.  Utilizzando una selezione di fotografie d’archivio scattate principalmente negli anni Ottanta dai fotoreporter, la mostra esplora sia il lento declino dell’impegno politico e l’allontanamento dal radicalismo e dall’idea di collettività che pervadevano i decenni degli anni Sessanta e Settanta, sia il progressivo imporsi di un’epoca segnata dall’edonismo e dalla mondanità.

 

Immagini di medio e grande formato ritraggono eventi mediatici, impegni politici e party di noti personaggi politici e personalità di spicco, in una presentazione che rievoca sia i ritratti cortigiani di Hans Holbein il Giovane, che i soggetti morali moderni di William Hogarth. Con occhio critico, ma mai blasfemo, Vezzoli trasforma le fotografie, ricche di simbolismo, allusione e paradosso, in epici ritratti di un’epoca. I momenti immortalati diventano così sia le testimonianze di quegli anni, sia un presagio per il futuro.

 

Siamo lieti della partecipazione al progetto del noto scrittore e giornalista Filippo Ceccarelli, il cui nuovo libro, Invano. Il potere in Italia da De Gasperi a questi qua, è stato pubblicato da Feltrinelli nel 2018. Ogni opera esposta è accompagnata da un testo redatto da Ceccarelli, il quale ha gentilmente accettato l’invito a collaborare a Party Politics.

  • Fredrik Værslev, TAN LINES, installation viewCourtesy: the artist; Andrew Kreps Gallery, New York; Gió Marconi, Milan and STANDARD (OSLO), Oslo; Photo: Roberto Apa

Chiusura per festività e Upcoming Show

 

 

La Fondazione Giuliani informa che sabato 22 dicembre è l’ultimo giorno in cui sarà possibile visitare la mostra TAN LINES di Fredrik Værslev.

 

Siamo aperti dalle 15:00 alle 19:30.

 

La Fondazione resterà chiusa per festività dal 24 dicembre al 7 gennaio. I nostri uffici torneranno operativi martedì 8 gennaio e la Fondazione riaprirà al pubblico nel mese di aprile con una nuova mostra. Maggiori informazioni sul nostro prossimo progetto saranno disponibili a breve.

 

Vi auguriamo buone vacanze e vi aspettiamo presto in Fondazione!

LABORATORIO DIDATTICO PER BAMBINI

Fredrik Værslev "TAN LINES"

 

Sabato 1 dicembre 2018 | dalle 16.00 alle 18.00

Bambini 6-12 anni

 

In occasione della mostra Tan Lines di Fredrik Værslev la Fondazione Giuliani organizza per i bambini dai 6 ai 12 anni un laboratorio didattico gratuito che si terrà sabato 1dicembre 2018.

 

Il laboratorio prevede una piccola visita guidata per scoprire gli elementi principali della ricerca artistica di Fredrik Værslev e per approfondire con i piccoli e i loro genitori il lavoro dell’artista. Segue un’attività pratica dedicata alla sperimentazione e al gioco con materiali e concetti espressivi ispirati alle opere.

 

Prenotazione obbligatoria:

info@fondazionegiuliani.org oppure +39 06 5730 1091

 

Partecipazione gratuita

  • Fredrik VærslevTan Lines, installation view, Kunst Halle Sankt Gallen, Switzerland November 11 - January 14, 2018

INAUGURAZIONE STASERA

Inaugurazione stasera!

Tan Lines, la mostra personale di Fredrik Værslev.

Venerdì 12 ottobre

dalle 18.00 alle 21.00

13 ottobre > 22 dicembre 2018

  • Fredrik Værslev«Tan Lines»; Exhibition view alla Kunst Halle Sankt Gallen, 2017; Courtesy: L'artista, Andrew Kreps Gallery (New York), Gió Marconi (Milano) e STANDARD (Oslo); Foto: Kunst Halle Sankt Gallen, Gunnar Meier.
  • Fredrik Værslev«Tan Lines»; Exhibition view alla Kunst Halle Sankt Gallen, 2017; Courtesy: L'artista, Andrew Kreps Gallery (New York), Gió Marconi (Milano) e STANDARD (Oslo); Foto: Kunst Halle Sankt Gallen, Gunnar Meier.
  • Fredrik Værslev«Tan Lines»; Exhibition view alla Kunst Halle Sankt Gallen, 2017; Courtesy: L'artista, Andrew Kreps Gallery (New York), Gió Marconi (Milano) e STANDARD (Oslo); Foto: Kunst Halle Sankt Gallen, Gunnar Meier.

Mostra itinerante di Fredrik Vaerslev alla Fondazione Giuliani

 

La Fondazione Giuliani è lieta di annunciare la personale dell’artista norvegese Fredrik Vaerslev, prevista per l’autunno del prossimo anno. 
 
La mostra, attualmente alla Kunst Halle di Sankt Gallen, farà tappa al Kunstverrein Bonn per essere poi ospitata nello spazio della Fondazione Giuliani.

 

Fredrik Værslev (1979) vive a Drammen in Norvegia ed è famoso per la sua particolare pratica pittorica che, nonostante una pianificazione e un’esecuzione precisa, lascia sempre spazio al caso: espone le opere agli agenti atmosferici, appende le tele agli alberi per mesi o le offre ai suoi colleghi artisti affinché apportino liberamente delle modifiche.
Celebra così un gesto pittorico inedito, portando agli estremi l’idea dell’appropriazione.

 

La mostra alla Kunst Halle, intitolata «Tan Lines», comprende due gruppi di lavori presentati da Værslev per la prima volta.
Il primo è costutuito da opere sospese nell’aria che dialogano con la seconda serie, appesa ai muri, come un insieme di installazioni. Queste ultime, denominate “Garden Paintings”, hanno impegnato intensamente Værslev negli ultimi anni.

  • Mircea Cantor Take The World Into The World, 2017

Proroga Mostra

 

Vi comunichiamo con molto piacere che la mostra Your Ruins Are My Flag dell’artista Mircea Cantor, attualmente in corso presso la Fondazione Giuliani, è stata prorogata fino al 27 gennaio 2018.

Chiusura straordinaria 22-25 marzo

A causa dei problemi di logistica nel quartiere Testaccio, per il vertice dell’Unione Europea, la Fondazione Giuliani sarà chiusa da domani mercoledì 22 marzo a sabato 25 marzo.
Vi aspettiamo a partire da martedì 28 dalle 15 alle 19.30.

 

LABORATORIO DIDATTICO

Sabato 18 Marzo | dalle 16.00 alle 18.00
bambini 6-12 anni

 

In occasione della mostra Fiction is a Terrible Enemy la Fondazione Giuliani organizza per i bambini dai 6 ai 12 anni un laboratorio didattico gratuito che si terrà sabato 18 marzo 2017. Per approfondire con i piccoli e i loro genitori il lavoro di Will Benedict, il laboratorio comincerà con una piccola visita guidata per scoprire gli elementi principali della ricerca dell’artista. Seguirà un’attività pratica dedicata alla sperimentazione e al gioco con materiali e concetti espressivi ispirati alle opere.

 

Prenotazione obbligatoria: info@fondazionegiuliani.org oppure +39 06 5730 1091

Prossimamente in Fondazione

 

Fondazione Giuliani è lieta di presentare la mostra Fiction is a Terrible Enemy, dell’artista Will Benedict.

 

Inaugurazione venerdì 10 febbraio 2017
dalle 18:00 alle 21:00

 

dal 11 febbraio al 8 aprile 2017

Laboratorio didattico per bambini

 

LABORATORIO DIDATTICO

 

Venerdì 1 luglio | dalle 16:00 alle 18:00

bambini 6-12 anni

 

In occasione della mostra Stamen Papers la Fondazione Giuliani organizza per i bambini dai 6 ai 12 anni un laboratorio didattico gratuito che si terrà venerdì 1 luglio 2016. Per approfondire con i piccoli e i loro genitori l’opera di Michael Dean, il laboratorio comincerà con una piccola visita guidata per scoprire gli elementi principali della ricerca dell’artista. Seguirà un’attività pratica dedicata alla sperimentazione e al gioco con materiali e concetti espressivi ispirati alle opere.

 

Prenotazione obbligatoria: info@fondazionegiuliani.org oppure +39 06 57301091