info
info

James Lee Byars

THE GOLDEN TOWER

CAMPO SAN VIO, VENEZIA

13 MAGGIO – 26 NOVEMBRE 2017

 

La Fondazione Giuliani, Roma, con il supporto di Michael Werner Gallery, è lieta di annunciare “The Golden Tower”, un progetto di James Lee Byars in Campo San Vio direttamente affacciato sul Canal Grande. Il progetto è un Evento Collaterale della 57. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, a cura di Christine Macel (13 May –  26 Novembre 2017)

 

“La torre racchiude il simbolo ascensionale, l’andare metaforicamente verso la montagna cosmica, una macchina per gli dei placcata d’oro” dichiara il curatore Alberto Salvadori a proposito del lavoro: ” Il suo splendore richiama la simbologia del sole e assume un connotato di illuminazione interiore, della conoscenza intellettuale, dell’esperienza spirituale. Ecco il perché dell’uso dell’oro di James Lee Byars.

 

Situata a Dorsoduro, tra l’Accademia e la collezione Peggy Guggenheim, la “The Golden Tower” sarà visibile da varie parti della città. La brillante superficie dorata della torre si ricollega ai mosaici dell’adiacente Palazzo Barbarigo. La collocazione all’interno del Campo San Vio richiama anche una celebre veduta di Canaletto, dipinta proprio da quel luogo.

 

“James Lee ha concepito la ‘The Golden Tower’ come un monumento all’umanità”, dichiara Wendy Dunaway, la vedova dell’artista. “Venezia rappresentava insieme la sua vera casa e la metafora stessa dell’incontro fra Oriente e Occidente. Non potrei immaginare un tributo più appropriato in questi tempi”.

 

La presentazione della “The Golden Tower” a Venezia è anche particolarmente significativa per la profonda connessione tra Byars e la città. L’artista ha vissuto per lunghi periodi a Venezia a partire dal 1982. Nel 1989 lavorò a fianco dei maestri vetrai di Murano in occasione della realizzazione di una delle sue principali opere, “The Angel”.

 

Nel corso della sua carriere Byars ha realizzato numerose performances a Venezia: “The Holy Ghost”, Piazza San Marco, 1975; “The New Pink Flag of Italy”, ancora in Piazza San Marco, 1980; e infine “The Death of James Lee Byars”, Punta della Dogana, 1993.

 

Byars ha gia’ partecipato a quattro precedenti edizioni della Biennale Arte, con la performance “Be Quiet”, in occasione dell’inaugurazione della 39. Esposizione Internazionale d’Arte e “The Poet of the Gondola” per la Biennale Arte 1986. Harald Szeemann incluse la scultura “The Spinning Oracle of Delphi” alla Biennale Arte 1999 e tre sculture di marmo dorate sono state incluse nell’edizione del 2013.

 

Segui “The Golden Tower” sui social media @ #JamesLeeByars #GoldenTower #BiennaleArte2017 #VivaArteViva

 

Per maggiori informazioni su James Lee Byars e “The Golden Tower” a Venezia, si prega di contattare press@michaelwerner.com, visitare il sito www.michaelwerner.com e: Rachel Rees, SUTTON, +1 212 202 3402, Rachel.rees@suttonpr.com

logo-57EIA-ev_coll-2017