info
info

Yael Bartana

When Adar Enters, 2003, still da video.

Videoscreening a cura di Frida Carazzato e Maria Garzia

25 > 29 maggio / 30 giugno / 9 luglio

Re-telling
“Solo di recente ci siamo chiesti: “Quale funzione ha il raccontare? A che servono le storie?” e questo è già un fatto che lascia stupiti. Noi narriamo storie continuamente. Lo facciamo tutti, registriamo la nostra esperienza, forse addirittura dandole forma.” (Doris Lessing)

Abbiamo voluto sottolineare la necessità umana di raccontare storie e di volerle quasi registrare. I video selezionati difatti sono storie, racconti nati da un dettaglio preso dal reale e poi maneggiato, ricomposto, re-interpretato; invenzioni, finzioni nate da associazioni o dallo stravolgimento di un elemento, il quale diventa un documento prelevato della realtà, filo rosso della selezione.

La stessa scelta di metterli uno di seguito all’altro è in fondo una nostra nuova storia.

Michel Auder
Polaroid Cocaine, 1993, 5’

Rabih Mroué
Face a/Face b, 2002, 10’

Elisabetta Benassi
Timecode, 2000, 3’

Yael Bartana
When Adar Enters, 2003, 7’

Deimantas Narkevičius
Once in the XX Century, 2004, 7’

Józef Robakowski
The Market (rynek), 1970, 4’21’’

Santiago Sierra
Bread Cube of 90×90 cm, 2003, 14’

The Atlas Group
I Only Wish That I Could Weep, 2000, 7’30’’

Mona Vatamanu & Florin Tudor
Il mondo novo, 2004, 3’12’’

Frédéric Moser & Philippe Schwinger
Unexpected Rules, 2004, 16’06’’

Viatcheslav (slava) Mizin / Alexander (sasha) Shaburov
If I Were Harry Potter, 2003, 7’40’’